Skip to main content
Empreinte carbone et réchauffement climatique

Empreinte carbone et réchauffement climatique

Empreinte carbone et réchauffement climatique

La conservazione di un ambiente intatto e il desiderio umano di ricchezza e lusso sono difficili da conciliare. Praticamente ogni modello commerciale finalizzato all'acquisizione mette a dura prova l'ambiente. Più persone vivono sulla terra, più lo squilibrio diventa evidente. In definitiva, la Terra non ha bisogno dell'uomo. La flora e la fauna, invece, dipendono direttamente da un ambiente intatto.

L'involucro dell'aria terrestre è soggetto alla gravità. Ruota approssimativamente con la rotazione della terra. Fino a un'altitudine di circa 80 km, l'aria è composta in modo relativamente omogeneo dai gas azoto (N2) 78,08%, ossigeno (O2) 20,95%, argon (Ar) 0,93% anidride carbonica (CO2) 0,03% (dati in percentuale di volume).

La pressione dell'aria diminuisce logaritmicamente ed è di soli 0,05 mbar a un'altitudine di 80 km. È interessante notare che a diverse altitudini prevalgono temperature diverse. Il nostro tempo è determinato essenzialmente dalle condizioni fisiche della troposfera. Fino a un'altitudine di 12 km, il vapore acqueo (sotto forma di nuvole) è presente in concentrazioni variabili.

La pressione dell'aria diminuisce logaritmicamente e le temperature cambiano.

La pressione dell'aria diminuisce logaritmicamente e le temperature cambiano.

L'energia solare lo fa naturalmente attraverso la fotosintesi.

La molecola di anidride carbonica{1>(O=C=O<1}) è relativamente stabile. Le molecole di ossigeno possono essere separate dall'atomo di carbonio solo con un grande dispendio di energia. L'energia solare lo fa naturalmente attraverso la fotosintesi.

L'ossigeno presente nell'aria che respiriamo è essenziale per la vita

 

È sempre disponibile. Un adulto a riposo inspira ed espira un volume di circa 0,5 litri d'aria per circa 10-16 volte. Il fabbisogno d'aria di un adulto a riposo è di 5-8 litri al minuto. Questo valore può aumentare fino a 100 litri al minuto durante l'esercizio fisico. L'aria inspirata contiene il 20,95% di O2 e circa lo 0,03% di CO2, l'aria espirata contiene solo il 15,3% di O2 ma già il 3,7% di CO2 [percentuale in volume].

Se la concentrazione di anidride carbonica nell'aria che respiriamo fosse dell'8%, sarebbe fatale per l'uomo. Si tratta di una concentrazione ben lontana da quella normale, che è solo dello 0,03%, ma poiché il biossido di carbonio è 1,5 volte più pesante dell'aria, il gas CO2 può avere concentrazioni pericolosamente elevate in determinate circostanze. I grandi sili di fermentazione in cui vengono fermentati i mangimi per gli animali da allevamento o le cantine vinicole non sufficientemente ventilate sono fonti di pericolo per l'avvelenamento da CO2. A meno 78,5 °C, l'anidride carbonica gela. Il ghiaccio secco CO2 viene utilizzato per il raffreddamento e la conservazione. Il gas CO2 può essere utilizzato anche per soffocare gli incendi.

Le piante, i licheni, i muschi e anche la flora sottomarina hanno bisogno dell'anidride carbonica per il loro metabolismo. La CO2 è presente anche in forma disciolta nelle acque naturali.

La fotosintesi consente di immagazzinare l'energia solare

 

Le piante contenenti clorofilla generano la loro crescita e le loro riserve di energia dalla fotosintesi. Eseguono questi processi metabolici a valore aggiunto da molte centinaia di milioni di anni. L'energia solare, l'anidride carbonica, l'acqua e alcuni oligoelementi del suolo producono sostanze basiche biogene. Le molecole di ossigeno che lo accompagnano vengono rilasciate nell'atmosfera. L'humus si forma dalla sostanza morta della flora e della fauna.

I microrganismi hanno creato le basi per i preziosi materiali oggi disponibili: torba, lignite, carbon fossile, gas naturale e petrolio. La massa biogenica immagazzinata è ora una materia prima e un combustibile ricercato. Il suo utilizzo è aumentato in modo massiccio dopo l'industrializzazione. I combustibili fossili sono ancora alla base della produzione di energia e della sintesi dei materiali a livello mondiale. Dalla loro combustione e conversione si ottengono plastiche, innumerevoli prodotti chimici, pesticidi, prodotti medici e beni di uso quotidiano, ma purtroppo anche residui inutilizzabili ed enormi quantità di anidride carbonica.

 

Lettura consigliata: L'imprenditore, scienziato e autore di libri Dr Hermann Fischer pubblicizza nel suo libro: "Metabolismo - Verso una chimica solare per il XXI secolo". Nel "ventesimo secolo", l'obiettivo era quello di ottenere dalle piante il maggior numero possibile di sostanze di uso quotidiano.

Aumento delle emissioni di anidride carbonica dovute all'utilizzo di materie prime fossili. Due crolli dovuti alle crisi economiche di Lehman Brothers e Corona.

Anidride carbonica e anidride carbonica equivalente

 

Purtroppo, anche l'anidride carbonica è un efficace gas serra. Insieme ad altri gas serra come il vapore acqueo, il metano e il protossido di azoto, si trovano nell'involucro d'aria che determina il tempo fino a un'altitudine di 14 km. I loro effetti serra sono diversi: Il metano è più di 20 volte più efficace dell'anidride carbonica, il protossido di azoto quasi 300 volte e i fluorocarburi addirittura 16.000 volte.

Per molti milioni di anni, il contenuto di CO2 nell'atmosfera è stato quasi costante grazie all'equilibrio del metabolismo biosferico. La flora e la fauna hanno legato l'anidride carbonica dell'aria come massa biogenica per centinaia di milioni di anni. I microrganismi hanno decomposto i resti, che sotto pressione e calore sono diventati combustibili fossili. Gli scienziati hanno calcolato che un milione di anni di stoccaggio di carbonio fossile viene ora degradato e rilasciato sotto forma di anidride carbonica in soli dieci mesi.

Aumento della concentrazione di CO2 nell'atmosfera

 

È scientificamente provato che la concentrazione di CO2 nell'atmosfera è aumentata negli ultimi cento anni. Sebbene il contenuto di CO2 nell'atmosfera sia molto basso, la sua influenza sul riscaldamento globale, in quanto gas serra, è molto grande. I gas serra agiscono come un isolante termico. La radiazione solare viene riflessa dalla terra come radiazione termica nello spazio. Tuttavia, questa riflessione avviene solo in parte. I gas serra presenti nell'involucro dell'aria riflettono la radiazione termica verso la terra. Nella giusta misura, questo assicura un clima equilibrato. Tuttavia, troppi gas serra aumentano l'isolamento. Il conseguente riscaldamento globale sta causando sempre più problemi. Le zone climatiche si stanno spostando, le piogge abbondanti, la mancanza di precipitazioni e l'innalzamento del livello del mare ne sono la conseguenza. Più di 100 Paesi si sono quindi impegnati a ridurre le proprie emissioni di CO2. L'obiettivo è limitare il riscaldamento globale a 2°C entro il 2100. In seguito, il contenuto di CO2 nell'aria deve essere ridotto.

Si specula sui combustibili fossili e si guadagnano cifre esorbitanti.

Si specula sui combustibili fossili e si guadagnano cifre esorbitanti. Solo una crisi economica globale farà calare i prezzi e la domanda nel breve periodo.

[Translate to Italiano:]

Questo miscelatore può omogeneizzare grandi masse fino a 70 m³, indipendentemente dalle proprietà di scorrimento dei materiali sfusi. La potenza di azionamento è inferiore dell'80% rispetto al normale.

amixon® si assume la responsabilità e contribuisce a ridurre le emissioni di gas a effetto serra

 

Sulla base della consapevolezza che le emissioni di anidride carbonica prodotte dall'uomo hanno un impatto negativo sulle nostre condizioni ambientali, si è cercato di valutare queste azioni con un'impronta di carbonio individuale. Il termine"impronta ecologica" è stato coniato in un senso più ampio. Le impronte possono riguardare un processo di produzione, il ciclo di vita di un prodotto o un modello aziendale. Esistono portali su Internet in cui è possibile inserire le proprie abitudini di vita in una tabella per calcolare l'impronta di carboniopersonale.

amixon GmbH cerca di essere all'altezza della sua responsabilità sociale. In quanto azienda meccanica ad alta intensità di produzione, le opzioni sono limitate. amixon® ha definito per sé quattro campi d'azione.

 

1. Efficienza e risparmio di materie prime durante la produzione:
Oltre alla logistica delle materie prime praticata finora, amixon® ha stabilito metodi che garantiscono il massimo utilizzo dei materiali. La produzione avviene tramite l'elaborazione di liste di lavoro create automaticamente. Ciò avviene in un contesto di massimo sfruttamento dei materiali e di distanze di trasporto minime. La nostra gestione centralizzata della produzione itera costantemente l'ottimizzazione dei processi.

 


2. Generazione di energia rinnovabile:
Il nostro impianto fotovoltaico può generare fino a 450 kilowatt di potenza elettrica, mentre la vicina turbina eolica fino a 2.000 kilowatt. In futuro, installeremo grandi impianti di stoccaggio dell'elettricità per utilizzare solo elettricità verde. I sistemi di riscaldamento e di illuminazione in tutto lo stabilimento sono all'avanguardia.

Il miscelatore KoneSlid® di amixon® svuota completamente le polveri a flusso libero in pochi secondi

Il miscelatore KoneSlid® di amixon® svuota completamente le polveri a flusso libero in pochi secondi

3. Con gli impianti amixon® lavorano in modo ottimale dal punto di vista economico e allo stesso tempo soddisfano gli obiettivi ecologici nel miglior modo possibile. Grazie al design igienico, molti miscelatori amixon® sono in uso da più di 30 anni, alcuni addirittura da più di 40 anni.

a. Funzionamento a risparmio energetico di amixon® macchine

I miscelatori elicoidali funzionano secondo il principio della miscelazione a taglio. Trasportano la miscela a bassa velocità. Quando un miscelatore a spirale viene utilizzato in posizione verticale, produce qualità di miscelazione ideali in tempi estremamente brevi. La potenza di azionamento è bassa, il rispettivo tempo di miscelazione breve.

b. Massima efficienza nell'utilizzo delle materie prime

I miscelatori amixon® possono scaricare quasi completamente le miscele a flusso libero. Anche i materiali misti aderenti possono essere scaricati con elevata efficienza. I residui sono ridotti al minimo. In pratica, molti miscelatori amixon® si svuotano così bene che i successivi lavori di miscelazione (con componenti diversi) possono essere eseguiti senza una pulizia intermedia. Quasi tutte le materie prime vengono trasformate nel prodotto finale e vendute.

c. Ridurre al minimo i rifiuti prodotti
Lo sforzo di pulizia è drasticamente ridotto. La prevenzione dei rifiuti è importante in termini di impronta ecologica, soprattutto alla luce del fatto che i rifiuti in polvere devono essere inceneriti e i residui delle acque di lavaggio devono essere trattati.

d. Lunga durata dell'amixon® macchine grazie alla riduzione dell'usura
Grazie al sistema, i miscelatori amixon®funzionano a una bassa frequenza di rotazione. Ciò influisce in modo significativo sull'usura degli utensili di miscelazione e sulla durata di tutte le guarnizioni. L'usura aumenta con il quadrato della velocità relativa tra la miscela e l'utensile di miscelazione. Una minore usura significa in definitiva una minore contaminazione dei materiali misti. Se una macchina di produzione può essere utilizzata con profitto per un lungo periodo di tempo, le risorse di materie prime vengono conservate.

e. Retrofitting:
L'ulteriore sviluppo delle apparecchiature di processo amixon® viene effettuato in modo tale che anche le macchine amixon® più vecchie presenti sul mercato possano essere ampiamente adattate. Questa particolarità merita di essere sottolineata. amixon® esegue il retrofitting di vecchi miscelatori dove viene installato il miscelatore. Lo smontaggio avviene solo in casi eccezionali. Questo approccio favorisce anche una lunga durata e la conservazione delle risorse di materie prime.

 

4. Formazione continua di tutti i dipendenti
Le linee guida di cui sopra vengono costantemente implementate e formate.

Gli strumenti ComDisc® svuotano i residui dell'ultima miscela dal miscelatore amixon®.

Gli strumenti ComDisc® svuotano i residui dell'ultima miscela dal miscelatore amixon®.

© Copyright by amixon GmbH